Benvenuti su Galacticshare.Questo è un messaggio automatico, dopo la vostra registrazione,vi invitiamo gentilmente a presentarvi nell'apposita sezione..PRESENTAZIONI ..all'interno del Forum,per poter accedere a tutte le sezioni.

Lo Staff di Galacticshare





 
IndiceRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
gagli
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1901
Data d'iscrizione : 16.03.08
Località : Gotham City

MessaggioTitolo: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   Dom Giu 15, 2008 5:29 pm




“L’Incredibile Hulk”

Se il primo scopo di un film tratto dai fumetti è l’intrattenimento, quindi spettacolarità e divertimento, il nuovo Hulk di Universal Pictures e Marvel Studios lo centra in pieno. Il regista Louis Leterrier (che ricordiamo soprattutto per il suo “Danny The Dog” del 2003) senza alcuna pretesa autoriale o psicologica, batte la precedente pellicola di Ang Lee su tutta la linea.
Giocoforza, il paragone con il recente “Iron Man” di Jon Favreau è pressoché inevitabile, e “L'incredibile Hulk” è senza ombra di dubbio un gradino sotto. Ma, nella media generale dei blockbusters tratti dai comics supereroistico, resta comunque un film davvero spettacolare e divertente.



A cominciare dalla sigla iniziale, che con veloci suggerimenti “riassume” attraverso un efficace escamotage narrativo tutta la questione dell'incidente per il quale lo scienziato Bruce Banner si è trasformato nel Gigante di Giada, e ci risparmia l'ennesimo racconto delle origini. Quindi il film parte subito con il presupposto che lo spettatore conosca già (in linea di massima) la storia di Hulk. Qualcosa che un lettore di fumetti accanito non può che apprezzare.
A sorpresa, la prima location è una straordinaria e coloratissima favela brasiliana (le riprese sono state fatte per lo più a ridosso della favela di Tavares Bastos, a Rio de Janiero). Da qui parte tutto il plot della pellicola, che proprio nella prima parte ha i suoi momenti migliori. Il ritmo della regia e le incredibili riprese panoramiche/aeree di questo vero e proprio labirinto suburbano sono tanto dinamiche quanto suggestive, uno dei due elementi certamente più validi del film.
L'altro è il senso di fuga. Quello che probabilmente Ang Lee aveva completamente trascurato, ma che è parte fondamentale di un personaggio come Hulk. Da questo punto di vista, Leterrier recupera a pieno il Banner “randagio”, perennemente braccato, quell'atmosfera di viaggio, di strade senza fine, di province e squallidi hotel che permeava lo storico serial TV di fine anni '70 con Bill Bixby e Lou Ferrigno (che anche stavolta viene omaggiato con un delizioso cameo); non a caso, anche il titolo stesso del nuovo lungometraggio, con il semplice inserimento del termine “incredibile”, torna tanto a quel telefilm quanto al fumetto originale di Stan Lee e Jack Kirby.



Molto più scontata invece la parte finale, con l'immancabile scontro tra il protagonista e la sua nemesi (l’Abominevole), esattamente come accade in “Iron Man” tra il Vendicatore rosso-dorato e Iron Monger (Jeff Bridges); gli ultimi 20 minuti in sala sono come assistere ad un vero e proprio incontro di wrestling, con gli stessi tempi televisivi e le stesse coreografie di combattimento. Così come arrivano anche l'inevitabile battuta sui pantaloni viola o la scena in cui recita Stan Lee.

Edward Norton, un fuoriclasse, è veramente in ottima forma; pur non raggiungendo la straordinaria interpretazione di Robert Downey Jr. per Tony Stark, la sua è comunque una grande prova d'attore, indiscutibile, e il Bruce Banner che porta sul grande schermo è certamente molto più “cool” di quello proposto nel 2003 da Eric Bana.
William Hurt (il Generale Thaddeus “Thunderbolt” Ross, splendido) e Tim Roth (il super-soldato/mercenario Emil Blonsky, inquietante) sono entrambi perfetti per i rispettivi ruoli. Liv Tyler appare invece un po’ “appesantita” sia nella recitazione che nel fisico; la sua Betty Ross è senza infamia e senza lode, e forse, solo in questo caso, era stata più azzeccata la scelta di Jennifer Connelly. Oltretutto la parte di “bella del film” le viene rubata nel giro di pochi minuti da un'operaia brasiliana della fabbrica in cui Banner sta lavorando per nascondersi.



Per concludere, un paio di “chicche da intenditori”.
La prima è la comparsa dello stesso Downey Jr./Stark a fine pellicola (ma stavolta prima dei titoli di coda, per fortuna), esattamente come Samuel Jackson/Nick Fury nella scena finale di “Iron Man”. Pochi secondi, ma da applauso (per ciò che dice e per come lo dice). Di fatto, è il primo vero caso di crossover tra supereroi mai visto al cinema, nonostante sui comic book sia decisamente normale per i lettori dei fumetti Marvel o DC.
La seconda è lo score musicale originale interamente composto da Craig Armstrong. Se per “Danny The Dog” Leterrier aveva scomodato i Massive Attack (che scrissero ad hoc un intero album strumentale), stavolta si affida all'eclettico e geniale musicista scozzese, che guarda caso collabora spesso con la band di Bristol di Robert Del Naja, e che anche con “L'Incredibile Hulk” ci consegna una colonna sonora orchestrale epica e struggente. Un marchio di fabbrica sempre garantito, di grande qualità.



“L’incredibile Hulk”: dal 18 giugno 2008 al cinema.
Tornare in alto Andare in basso
lillo64
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1731
Data d'iscrizione : 13.03.08

MessaggioTitolo: Re: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   Dom Giu 15, 2008 7:30 pm

Forzaaaaa, partiamo con il conto alla rovescia!!!!! Lo vogliooooooooooooooooooo
Tornare in alto Andare in basso
fraiulio
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 19.03.08
Località : italia

MessaggioTitolo: Re: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   Dom Giu 15, 2008 9:43 pm

anchioooooooooooooooo mi unisco all'attesaaaaaa
Tornare in alto Andare in basso
http://galacticshare.pureforum.net
Supermao
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1935
Data d'iscrizione : 14.03.08
Località : Baulandia

MessaggioTitolo: Re: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   Lun Giu 16, 2008 11:08 am

Venerdi scappo al cinema !!!!!!!! coyote coyote

_________________
Vuoi conoscere un Isola Magica, dove l' azzurro del cielo si confonde con quello del Mare, dove i profumi e i colori ti confondono, dove anche una piccola pietra racconta una storia......Vieni nel mio Blog capirai di cosa parlo....
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Attesa..   Ven Lug 11, 2008 2:02 pm

Ultimamente ho visto il vecchio....
non vedo l'ora che esca questo!
Tornare in alto Andare in basso
zagorcico
Advanced Member
Advanced Member


Numero di messaggi : 45
Data d'iscrizione : 12.07.08

MessaggioTitolo: Re: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   Sab Lug 12, 2008 7:15 pm

il fascino dell'hulk vecchio secondo me non e' stato superato grande lou ferrigno
Tornare in alto Andare in basso
fraiulio
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 19.03.08
Località : italia

MessaggioTitolo: Re: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   Sab Lug 12, 2008 8:33 pm

visto bellissimo
Tornare in alto Andare in basso
http://galacticshare.pureforum.net
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA   

Tornare in alto Andare in basso
 
L'INCREDIBILE HULK - RECENSIONE IN ANTEPRIMA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» ANTEPRIMA: Catalogo Mostra "PAESAGGI DI LUCE"
» COME RIPARARE GLI ARTI ROTTI DI HULK SENZA DANNEGGIARE IL BLISTER...
» Dynaudio DM 2/7 Recensione
» Focal Aria 906 Recensione
» interessante recensione : Monitor Audio bronze 2 new model 2015

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Comics Fan Club :: .-
Andare verso: