Benvenuti su Galacticshare.Questo è un messaggio automatico, dopo la vostra registrazione,vi invitiamo gentilmente a presentarvi nell'apposita sezione..PRESENTAZIONI ..all'interno del Forum,per poter accedere a tutte le sezioni.

Lo Staff di Galacticshare





 
IndiceRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 WANTED - DA FUMETTO A FILM

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
gagli
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1901
Data d'iscrizione : 16.03.08
Località : Gotham City

MessaggioTitolo: WANTED - DA FUMETTO A FILM   Gio Lug 10, 2008 7:06 pm



Dall'acclamata miniserie di Mark Millar e J. G. Jones, arriva sugli schermi l'adattamento cinematografico di Wanted. Con molti cambiamenti ma anche molta azione adrenalinica, con un budget di 75 milioni di dollari e diretto Timur Bekmambetov, con l'emergente James McAvoy e una sexy Angelina Jolie, entriamo nella vita di Wesley Gibson per vedere come un semplice uomo comune può scegliere il proprio destino.



Da fumetto a film

Era il dicembre del 2005 quando la Universal Pictures comunicò che il regista russo Timur Bekmambetov, divenuto molto noto per aver diretto il folgorante "I guardiani della Notte", pellicola su una battaglia millenaria tra le forze della luce e dell'oscurità e uno dei più grandi successi nella storia recente del cinema russo, avrebbe portato sullo schermo una delle più controverse miniserie a fumetti degli ultimi anni: Wanted.
Uscita tra il 2003 e il 2004, Wanted, serie scritta da Mark Millar e disegnata da J. G. Jones, era apparsa subito a molti non solo come una riscrittura dissacrante e violenta del genere supereroistico, ma anche come una sorta di "favola" al contrario, in cui il male entrava nella vita di un anonimo e squallido essere umano, non per distruggerla, ma per farla rinascere, facendo scoprire all'inetto personaggio di Wesley Gibson una realtà in cui il male era la via di accesso per lasciarsi alle spalle un esistenza mediocre, e per fare questo i buoni dovevano semplicemente essere eliminati.
Ma come rendere sullo schermo la complessità di una miniserie in cui i supercriminali dominano in maniera assoluta e dove alcuni riferimenti ad altri fumetti sono fortemente espliciti, senza confondere lo spettatore e senza deludere gli appassionati? Per fare ciò, la Universal, che aveva acquistato i diritti della serie poco dopo l'uscita del secondo volume, ha semplificato, tramite il lavoro degli sceneggiatori Michael Brandt, Derek Haas e Chris Morgan, alcuni aspetti della versione fumettistica, tentando di lasciare però inalterate le motivazioni e l'atmosfera che circondano il personaggio principale. Non più una congrega di supercriminali, bensì una sorta di confraternita di killer chiamata "La Fratellanza", modifiche che hanno fatto molto discutere la base degli appassionati della serie, ma non il suo autore, Mark Millar, che così parlò dello script e del film alla Wonder Con di qualche tempo fa, dopo aver visionato pare del girato: "È cambiato ulteriormente dallo script iniziale mentre continuavano a rifinirlo, ma ogni bozza è stata attinente al fumetto e ora circa il 70% del film è tratto dal graphic novel. Infatti la ragione per cui ero lì era quella di aggiustare qualche punto qua e là proprio perché si avvicinasse ulteriormente al fumetto. Inoltre le modifiche apportate funzionano in modo tale che non ci sia alcuna dannata possibilità che personaggi simili a quelli DC e Marvel possano apparire in questo film per il grande pubblico… legalmente o per rimando alla fantasia (dato che solo i nostri amici nerd avrebbero capito alcune scenette). Ma il personaggio è identico parola per parola, e la trama, seppure sottilmente riadattata, è sostanzialmente identica. L'unica differenza è che i supercriminali sono ora assassini con superpoteri. L'epilogo è un po' diverso da quello della sceneggiatura, ma assolutamente brillante. Lo shock più grande per me è stato quello di vedere quanto tutto sia stato attinente al materiale da cui si è partiti, e pure il fatto che non sia rimasto aperto nulla per dei seguiti. Così sono davvero, davvero felice". Ma oltre al talento visionario di Bekmambetov, bisognava trovare un cast che sapesse riportare sullo schermo non solo la letale sensualità della bellissima Fox, ma anche l'iniziale inettitudine e la nuova sicurezza di Wesley Gibson.



Cast di stelle

Per interpretare il personaggio di Wesley Gibson, quello che serviva per Bekmambetov era un attore dotato di talento ma che al tempo stesso non fosse una vera e propria star, due particolarità entrambe presenti nella figura dell'attore scozzese James McAvoy, già protagonista di ottimi film come "L'Ultimo Re di Scozia" e il recente "Espiazione", il quale era la persona adatta nel riuscire a interpretare l'evoluzione fisica e caratteriale del personaggio di Wesley. Per Bekmambetov la cosa più importante è stata infatti quella di rappresentare sullo schermo il cambiamento di questo uomo comune, costretto dagli eventi a trasformarsi in un assassino, un percorso che il regista così descrive: “Vediamo crescere Wesley, lo osserviamo mentre scopre le sue qualità, i suoi poteri e la sua intelligenza. All’inizio è un debole che tutti considerano un ‘perdente’. Perché non crede in se stesso e non conosce i suoi geni. Perché è diverso. E unico. Quando lo scopre, allora cresce. Diventa un uomo, un killer. E poi inizia a capire che tutti mentono nel mondo. Quindi deve scegliere: credere ancora in quello che gli viene detto, che è una finta verità. Oppure prendere un’altra strada e cercare la sua verità”.
“Era essenziale trovare un attore che il pubblico considerasse accessibile – ha detto il produttore Marc Platt riferendosi all'attore – qualcuno che potesse esistere in un mondo esagerato, ma che riuscisse a trasmetterci la verità del suo mondo, che alla fine sentiamo come nostro. James è molto brillante nel dare vita al suo personaggio, ha curato benissimo i suoi movimenti e la sua azione. Ha voluto sapere tutto sul suo personaggio e sulle sue motivazioni, altrimenti non sarebbe stato credibile per lui. Osservare la trasformazione del suo personaggio è stata un’esperienza palpabile e viscerale, così come interpretata dalla grande mente creativa e dal talento di James”.
A James McAvoy è stata poi affiancata una delle attrici più talentuose degli ultimi anni, non nuova a ruoli di donna sexy e forte allo stesso tempo, e una veterana delle pellicole d'azione, da "Tomb Raider" a "Mr. and Mrs. Smith", Angelina Jolie, che il regista Timur Bekmambetov così descrive: "È profonda e talentuosa… Sa, ogni secondo, quello che vuole fare in una scena, il suo punto di vista è molto forte… Abbiamo lavorato con lei sui suoi dialoghi, e ci ha davvero aiutato a renderli più forti. Quando ci siamo incontrati la prima volta, abbiamo parlato del suo personaggio. Da lì in poi, ha sempre cercato di mantenere ogni cosa in linea con quello di cui discutevamo. Un’attrice molto concentrata. Io non ho cambiato la natura della Jolie, lei è stata brava ad interpretare il personaggio. Non la vedo proprio come un’assassina, in questo film è più vicina ad un soldato, uccide per uno scopo preciso. 'Wanted' non è un film violento, tutto è guidato da uno scopo, è un film per coloro i quali vivono la loro vita in ufficio e sognano di averne una diversa, non è un film propriamente per gli adolescenti".



Del suo personaggio, chiamato a rivoluzionare in pochi attimi la vita del giovane Wesley, la Jolie ha dichiarato: "Il mio personaggio, Fox, non mostra emozioni, fa quello che è chiamata a fare, senza porsi troppe domande. Ma non dobbiamo prendere questo film troppo seriamente: si tratta di puro intrattenimento. Fox ha un codice binario sulle sue braccia, che è parte di una lettura da Loom of Fate. Ha inoltre la scritta 'Conosci i tuoi diritti' in numerose lingue e alcune frasi da un discorso di Churchill. Sono cose come queste che il pubblico non nota, ma tutti questi tatuaggi sono simbolici perché indicano qualcuno che vive di un certo codice d'onore. Fox crede in questo codice. Mi piace il fatto che sia completamente tranquilla e appartata come persona. Crede solo in quello che vuole ottenere e non mostra alcuna emozione. Comunque non pensate a tanta serietà in questo film, si suppone che sia un film divertente, e l'idea di assassinare una persona per salvarne centinaia è molto interessante".
Ma oltre a Wesley e Fox, all'appello mancava la figura di un leader, di qualcuno che sapesse restare al centro dell'attenzione e allo stesso tempo affascinare lo spettatore, elementi presenti nella figura del grande attore Morgan Freeman ("Seven", "Million Dollar Baby"), chiamato a interpretare il ruolo di Sloan, capo della Fratellanza e leader indiscusso del gruppo, oltre che anfitrione per il giovane Wesley: "Quando parla, infonde un senso di fiducia. È un uomo d’affari, il capo della Confraternita. È in grado di convincere Wesley, e di conseguenza noi. Questa era la cosa più importante per Sloan”, ha detto il regista Timur Bekmambetov parlando della scelta dell'attore per il ruolo. Altre presenze da segnalare sono quelle di Terence Stamp nel ruolo di Petravsky, il rapper Common (futuro Lanterna Verde nel bistrattato progetto sulla Justice League) in quello di Gunsmith, e infine il tedesco Thomas Kretschmann nel ruolo del perfido Cross.
Tornare in alto Andare in basso
fraiulio
Moderatore
Moderatore
avatar

Numero di messaggi : 1916
Data d'iscrizione : 19.03.08
Località : italia

MessaggioTitolo: Re: WANTED - DA FUMETTO A FILM   Gio Lug 10, 2008 10:51 pm

fantastico gagli questo e bello
Tornare in alto Andare in basso
http://galacticshare.pureforum.net
Supermao
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1935
Data d'iscrizione : 14.03.08
Località : Baulandia

MessaggioTitolo: Re: WANTED - DA FUMETTO A FILM   Ven Lug 11, 2008 10:15 am

Cazz non sapevo che era un fumetto !!!!!

_________________
Vuoi conoscere un Isola Magica, dove l' azzurro del cielo si confonde con quello del Mare, dove i profumi e i colori ti confondono, dove anche una piccola pietra racconta una storia......Vieni nel mio Blog capirai di cosa parlo....
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: WANTED - DA FUMETTO A FILM   

Tornare in alto Andare in basso
 
WANTED - DA FUMETTO A FILM
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» [film] Il Corvo (di A. Proyas)
» Brendon, il fumetto
» [libro e film] Harry Potter e l'Ordine della Fenice (di J. K. Rowling e D. Yates)
» "The Sorcerer's Apprentice" film ispirato a FANTASIA
» La formidabile coppia Benigni in un film di Allen

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Comics Fan Club :: .-
Andare verso: