Benvenuti su Galacticshare.Questo Ŕ un messaggio automatico, dopo la vostra registrazione,vi invitiamo gentilmente a presentarvi nell'apposita sezione..PRESENTAZIONI ..all'interno del Forum,per poter accedere a tutte le sezioni.

Lo Staff di Galacticshare





 
IndiceRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 Inglorious Basterds - Bastardi senza Gloria

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Supermao
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 1935
Data d'iscrizione : 14.03.08
LocalitÓ : Baulandia

MessaggioTitolo: Inglorious Basterds - Bastardi senza Gloria   Ven Mag 22, 2009 11:04 am




Tarantino riscrive la Storia raccontando un attentato a Hitler collocato nell'unico luogo per lui possibile: una sala cinematografica


Bastardi senza gloria




Un film di Quentin Tarantino. Con Brad Pitt, Diane Kruger, MÚlanie Laurent, Christoph Waltz, Daniel BrŘhl.Eli Roth, Samm Levine, B.J. Novak, Til Schweiger, Cloris Leachman, Samuel L. Jackson, Mike Myers, Michael Fassbender, Julie Dreyfus, Paul Rust, Rod Taylor, Maggie Cheung, Christian Berkel, Gedeon Burkhard, Martin Wuttke, August Diehl, Denis Menochet, Ken Duken, Jacky Ido, Jana Pallaske, Richard Sammel, Omar Doom, Sylvester Groth, Michael Bacall, LÚa Seydoux, Michael Kranz, Enzo G. Castellari, Ludger Pistor, Anne-Sophie Franck, Soenke M÷hring, Petra Hartung, Anastasia Schifler. Azione, durata 160 min. - USA, Germania 2009. data uscita 06/10/2009.




Primo anno dell'occupazione tedesca in Francia. Il Colonnello delle SS Hans Landa, dopo un lungo e mellifluo interrogatorio, decima l'ultima famiglia ebrea sopravvissuta in una localitÓ di campagna. La giovane Shosanna riesce per˛ a fuggire. DiventerÓ proprietaria di una sala cinematografica in cui confluirÓ un doppio tentativo di eliminare tutte le alte sfere del nazismo, Hitler compreso. Infatti, al piano messo in atto artigianalmente dalla ragazza se ne somma uno pi¨ complesso. Ad organizzarlo Ŕ un gruppo di ebrei americani guidati dal tenente Aldo Raine i quali non si fermano dinanzi a niente pur di far pagare ai nazisti le loro colpe.

Quentin Tarantino colpisce ancora. La sua passione per il cinema di genere, unita al piacere di raccontare storie, lo porta a riscrivere la Storia ufficiale con un attentato a Hitler collocato nell'unico luogo in cui il regista americano pu˛ pensare si possa attuare una giustizia degna di questo nome: una sala cinematografica. ╚ solo al cinema che i cattivi muiono quando devono e gli eroi si sacrificano o trionfano.╚ cinema puro quello che Tarantino porta sullo schermo, come biglietto da visita di Bastardi senza gloria nella prima mezzora. I tempi, i dialoghi, la tensione, l'ironia giocata sul versante delle lingue differenti (elemento che sarÓ il fil rouge di tutto il film) ne fanno un piccolo/grande gioiello i cui riferimenti vanno ampiamente al di lÓ dei referenti classici dichiarati quali Sergio Leone e lo spaghetti western.

Il film nel suo complesso non manca di qualche momento statico che fa sentire il peso della sua lunga durata. Grazie per˛ alla straordinaria prestazione di tutto il cast ma in particolare a quella di Christoph Waltz (attore austriaco semisconosciuto da noi a riprova che, al di lÓ dei proclami sulla circolazione delle idee, conosciamo pochissimo del cinema europeo) e grande rivelazione di questo film, Tarantino conduce le danze rendendo omaggio a Enzo Castellari senza per questo avere la minima intenzione di realizzare un remake.

Semmai resta, nello spettatore che ha amato il cinema di Ernst Lubitsch, il piacere di un soggetto che, in alcune sue parti, non pu˛ non far pensare a To Be Or Not To Be (tradotto in italiano in Vogliamo vivere ripreso poi da Mel Brooks). LÓ era il teatro a dominare, qui c'Ŕ un'attrice cinematografica a fare il doppio gioco e dei guerriglieri macho che si spacciano per poco credibili italiani in una sala cinematografica. Tarantino Ŕ forse l'unico regista contemporaneo capace di metabolizzare un universo cinematografico di cui si nutre costantemente (chi scrive lo ha visto applaudire calorosamente, confuso tra il pubblico della proiezione stampa, alla prima cannesiana di Looking for Eric di Ken Loach che fa un cinema distante anni luce dal suo). Lo metabolizza restituendocelo nuovo e assolutamente personale (si veda, tra i tanti e a titolo di esempio, il riferimento a Duello al sole). PerchŔ Tarantino ama il Cinema tout court (e non solamente, come tanti altri registi, il proprio cinema) ed Ŕ felice quando riesce a trasmettere questa sua passione. Anche in questa occasione la missione Ŕ compiuta.





_________________
Vuoi conoscere un Isola Magica, dove l' azzurro del cielo si confonde con quello del Mare, dove i profumi e i colori ti confondono, dove anche una piccola pietra racconta una storia......Vieni nel mio Blog capirai di cosa parlo....
Tornare in alto Andare in basso
 
Inglorious Basterds - Bastardi senza Gloria
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» POTERE SENZA GLORIA
» #37 Un regno senza luce - giugno 2004
» L' Autolesionismo: l'Urlo senza Voce
» Riflessioni senza pretese sul legame tra personalitÓ depressiva e amore
» questa volta senza rima

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
 :: Spazio Libero parla di quello che vuoi NO SPAM :: .-
Andare verso: